Annamaria D Aragona - Poesie

Come un albero, ancorate le vostre radici
alla Terra ed ergete le vostre fronde al Cielo.
Respirate la Luce del Creatore
e nutritevi del Suo Amore.
Come l’acqua che scroscia consuma la pietra,
così l’Amore che vive consuma la paura.

 


 

Che la Luce sia per Voi armatura
e l’Amore la vostra spada.
Che il coraggio sia per Voi compagno
e la forza sua alleata.
Che il sorriso sia per Voi alimento
e il Cuore il vostro Imperatore.

 


 

Come un albero, ancorate le vostre radici
alla Terra ed ergete le vostre fronde al Cielo.
Respirate la Luce del Creatore
e nutritevi del Suo Amore.

 


 

Non riempite la vostra vita con altre vite,
colmate i vuoti ritrovando voi stessi,
riportando in voi la vostra vera essenza
e scoprendo la vostra vera natura.

 


 

Non spegnere la tua Luce solo perché gli altri
la temono, la invidiano o non la comprendono.
Ciò che è tuo riguarda Te, il resto non è affar tuo.

 


 

Il contatto col proprio bambino interiore
è fondamentale per comprendere chi siamo.
Ascoltare le sue paure significa comprendere
quelle che ancora sono vigili in noi,
che ci portiamo dentro e che condizionano inevitabilmente
l’adulto che siamo diventati.

 


 

Al sembrare, preferite l’Essere.

 


 

Quanto tempo pensi ci voglia prima
che l’emozione che non stai ascoltando
ti chieda attenzione?
Dunque, fermati ad osservare quel dolore
e concediti l’opportunità di renderlo
un pezzo di sentiero necessario
per raggiungere la Felicità.
Questa è Libertà.
Pazienta.
Datti tempo.
Tutto parte da te e tutto torna a te.

 


 

Non c’è errore nella Speranza
né nell’onestà del cuore.
Condividere un sorriso
è donare una grande energia
che invece di dimezzarsi raddoppia.

 


 

Non esiste vergogna nel proprio dolore,
portatelo con l’onore di un guerriero.