Blanca Flor Sonnessa Volpato Myriam - Poesie

Si alza il vento

E mi specchio,
riflessi di te,
elegia di un domani…
ma per ora solo macchie
e silenzi assordanti.
L’eco vibrante
di un noi
urlato al cielo!
Dove sei cuore mio?
Attendo avvolta nelle lacrime…
Mi vuoi, ma no mi cerchi,
mi pensi, ma non mi chiami.
E mi specchio
oltre l’orizzonte..
so che tu sei là;
ma ho bisogno di sentirti.
Tesso emozioni
in un tempo infinito
ma così fragile.
Ho bisogno della quotidianità..
di cibarmi delle piccole cose.
Si alza il vento
e i passi mi conducono da te.

 

 

 

Voglia di leggerezza

Chiudo gli occhi,
ho sperato ormai troppe volte,
e un nodo in gola
mi sovviene ancora.
Dove sei anima mia?
Vorrei trovassi pace
tra le pieghe di un domani
sempre più vicino,
eppure sempre più distante.
Dove sei finita
con quei sorrisi a squarciagola
e i passi lievi sul prato?
Sei un sogno che si avvera
o una realtà fatua
e così assordante?
Ho sete di novità,
la routine mi annoia
e non si addice agli spiriti ribelli.
Come l’acqua trasparente
anch’io discendo e scorro
ma vorrei farlo insieme a te.

 

 

 

Corri

Corri
emozione corri,
non disperdere le tue energie.
So che hai voglia di urlare,
allora fallo!
La luna non si ferma
e continua a splendere.
Il sole sorge anche oggi.
Non continuare a nasconderti.
Ecco, sono qui per te
e tu non mi vedi.
Ti ascolto e tu non mi ascolti.
A volte mi lasci andare
e poi mi afferri e mi porti con te.
Io nel tuo mondo
e tu nel mio.
Corri
emozione corri,
non chiuderti nelle tue mura,
esplora, reagisci, crea.
Respira a pieni polmoni la tua energia.

 

 

 

Il cuore oltre la siepe

Ho percepito un battito
questa mattina
e un fruscio di foglie
ora vicino,
ora lontano.
Ho aperto la finestra,
un vento lieve lieve
ha fatto capolino.
Una voce dentro di me
sussurrava
“sono qua”.
Il battito
sempre più forte,
e un movimento dietro la siepe.
L’ho trovato,
un po’ sgualcito,
con tante pieghe
ma ancora con tanta energia.
Oltre la siepe
quel cuore mi ha chiamato.
Ho percepito la sua voce
nel silenzio rimbombante.
Ora è qui con me
e non lo lascerò più andare via.

 

 

 

Sentiero

I passi
odo nello scricchiolare delle foglie.
L’autunno si è inchinato
all’inverno un po’ spaccone
e un po’ sornione.
I fiori, sinfonia
di una nuova stagione
di profumi e colori.
E un sentiero
di nuovi orizzonti
spazia di fronte a me.

 

 

 

Carezza

Così attesa,
trepidamente
eppure sempre così improvvisa
e amata.
Quando gli occhi sorridono
e cantano insieme,
o si inumidiscono
di ricordi..
arriva dolcemente
una carezza!

 

 

 

La partita

Tutto è pronto
il fischio d’inizio
e poi si comincia.
Ognuno ha il suo ruolo
e il campo
può essere
il nostro alleato
per la partita più importante:
la vita.

 

 

 

Gennaio

Tempo di stasi
o muto cambiamento
ove le lacrime si confondono con gli sguardi.
Silenzio, alleato mi,
nel frastuono del tempo…
nei ricordi di una mattina
di rosa vestita.
Con la luna che non accenna ad andarsene
e il sole che poltrisce tra cuscini
di fuliggine e ricordi vibranti
e lacrime soffocate da una tempesta di ricordi.
Ma non sento la solitudine
bensì una mano tesa,
che profuma di domani, che profuma di speranza!

 

 

 

Raggio di sole

Appollaiato su un ramo
mi sta a guardare,
mentre fisso le pieghe
di un tenero abbraccio,
di un tenue domani.

 

 

 

Sorrido se sorridi

La vela ormai ha preso
onde altissime,
cavalca emozioni.
Il cuore batte forte forte,
gli sguardi si incontrano,
e il sorriso negli occhi
accende gli animi.
E mi scopro a sorridere come non ho mai fatto,
e mi scopro a sorridere come un bimbo;
poi, mi fermo e ti guardo…
è bello scoprire che tu sorridi con me.