Bruno Cairo - Poesie

Nebbia

Intorno a me nebbia,
solitudine come supplizio,
ricercando la via d’uscita,
corsa verso una meta
che non ha definizione.

Ciò che poteva essere
diventa rimpianto,
un’emozione inquieta,
s’ infrange l’anima
e mi travolge.

 


 

Rosso

Il rosso è sbiadito
ha perso la poesia.
Niente è rimasto,
niente si è salvato.

Resto a mezz’aria,
sospeso.
Perdo il controllo,
inaridisco.

Il rosso è sbiadito
diventa oblio,
lascia spazio alla noia
di giorni invariabili.

 


 

Nel silenzio

Superare il vuoto,
colmando l’assenza.
Raggiungere un obiettivo,
ripudiando l’inettitudine.
Nel ricordo che mi porta da te,
tu sei nostalgia,
tu sei gioia,
tu sei traccia di me.
Nel silenzio che parla con me,
tu sei ragione,
tu sei istinto,
tu sei la forza in me.

 


 

Fotografia

Fermerò lo scorrere
del tempo,
nel disincanto
della mia mente.
Esisterai in un paesaggio
del passato.

Come in una fotografia,
hai nuova forma
nei miei pensieri,
sei malinconia,
nel ricordo di momenti
senza fine.

 


 

Un altro uomo

Una goccia cade giù,
inonda il mondo
ed io resterò così
un altro giorno.

La verità ci mostra
un infinito spazio
dove dirigere lo sguardo
un’altra volta.

Un fiore sboccerà,
la vita rinasce
ed eccomi qui
un altro uomo

La realtà esibisce
le sue fragilità,
e così vivrò
un altro domani.

 


 

Liberi riflessi

Stelle, Luna,
e desideri
di un quadro
senza autore.
Liberi di essere,
liberi di espandersi,
attraversano la finestra
illuminando l’anima,
delicati riflessi di corallo
che tracciano traiettorie
dove il mio sguardo
si perde e si abbandona.

 


 

Anima libera

Anima libera
imparerai dalle tempeste
a conoscere il vento,
movimento leggero
tra i colori di un arcobaleno.

Anima libera
cambierai con le stagioni,
la vita ti sorprenderà
nel modo migliore
rifletterai sul tuo essere.

 


 

Il faro

Illumina il mio cammino
con la sua luce candida,
mi segue discreta.

È la luna
il faro nella nebbia
che si dissolve
al suo bagliore,
liberando i pensieri
dalla loro prigione
fatta di dubbi e paure,
fatta di sbagli umani.

È la luna
che rivela come uscire
dal buio dell’ira
che coglie l’uomo
nelle notti senza sonno.

È la luna
il faro nella nebbia,
ci guida oltre le onde
per non smarrire il senso
del nostro viaggio,
per darci coraggio.

Quando ne abbiamo bisogno
la sua luce è tenue,
ma nel cuore è abbagliante.
La luna è il faro.

 


 

Nuovi orizzonti

Un bacio dal cielo
rievoca il tuo nome,
sospinto dal vento.

Ti percepisco lontano.
Lontano da tutto,
lontano da me.

Assenza infinita nell’addio.
Luce nel cuore,
calore sei tu.

Non è un distacco,
non è un abbandonarsi,
è la ricerca di nuovi orizzonti.