PRIMAVERA È

 

C’è un grande prato fiorito.

Si stendono splendidi fiori con i vestiti di ogni colore.

Quel prato verde viveva con loro!

Esso è il mio cuore, che è fiorito nell’alba della primavera.

 

Lui è pieno d’amore per tutti.

Primavera è essere felici.

Primavera è ammirare le giornate assolate e schiuderle nel mio cuore.

Primavera che generi vita, che va custodita e rispettata.

 

Io cammino verso l’estate bella e serena, custode di vita protesa verso il mio amore.

Percorro questa strada tutta in salita, l’amore mi ha teso la mano!

Nell’attimo in cui sono nata, è stata generata per me come un frutto.

Primavera sono stata genitrice di cose belle.

 

Lungo percorso giornaliero, ho custodito l’amore in mille forme.

Accarezzo me e gli altri a piedi di questa assolata primavera!

Ora invade il mio cuore di mille profumi e di tante belle emozioni.

Primavera così bella!

 

Accarezzo una tua creatura, Elettra fiera cavalla.

Il dolce tuo sospiro primaverile sento sul viso.

Primavera è mai smettere di amar, è essere capace di rimane sempre.

Primavera è saper immaginare un bellissimo splendente sole Divino.

 

Guardo e ho una certezza, non smetterà di ardere nei cuori questa primavera!

 


 

MATERNA NATURA

 

Terra verdeggiante, polmone di vita!

Materna Natura, dolce madre!

Vestita a festa con gemme preziose e trasparenti gocce d’acqua.

Colori e dolori ti adornano il capo.

Creano la più bella Madre.

 

Volano leggiadre farfalle color ceruleo, verde, rosso.

Ogni colore lento sprigiona la tua allegria.

Bella o Natura!

Sei tu il principio e l’inizio nuovo per l’uomo!

Senza te nulla principierebbe il cammino che Dio non ha pensato e creato.

 

Il Padre ti ha pensata e posta a testimonianza d’amore per noi!

Dolce mia Natura.

 


 

 MARIA TU SEI

 

Maria Madre di Gesù e dell’umanità!

O dolce e cara Madre, celeste donna,  esempio grande per me.

Amore e umiltà, perle con cui hai accolto il dono divino di esser Madre.

Gabriele pien di luce, diede a te un seme di salvezza che sbocciò da un tuo: Sì!

 

Cammini al fianco nostro e di tutti quei volti che dipingono l’umanità.

Il tuo dolce volto, giglio purissimo d’amore.

I tuoi occhi colori di primavera, si stagliano come gli astri guardano noi astanti.

Dolce e maestoso è il sorriso che ti rivolge il cielo, o beata donna.

 

Ricordo.

Penso al tuo amore e questo mi bagna il viso.

Fino a che punto sa amare una Madre?

Ma dolce fiore ti saluto: “Ave o Maria!”.

 


 

TU SEI BELLA, PLACIDA E CARA O NOTTE

 

Non c’è ora l’amato sole.

L’amata tradita sei tu o Notte.

La placida Luna è l’amica che ti accompagna.

Bella, calma, dolce e infinita sei o notte.

 

La tua energia entra vivida nel profondo del mio cuore.

Tutto questo crea un irrefrenabile gioia.

Poche sono le volte che ho avuto paura di te o Notte!

Impalpabili malesseri si erigevano contro me o Notte.

 

Svaniscono i pensieri sotto il tuo candido sguardo.

Nel mio cuore ora ci sono le tue dolci parole d’amore.

Conforto per me sono i tuoi abbracci solitari o Luna!

 


 GUARDO IL MARE BLU

 

Guardo il mare blu.

Guardo le sue braccia vorticose.

Capelli increspati, che hanno migliaia di gocce.

Il mare così grande e calmo, guardo quella distesa di blu.

 

Sembra un uomo con il suo vestito migliore.

Felice, a guardare i suoi occhi cristallini.

Ecco avvicinarsi l’uomo distinto in doppio petto blu.

Ma se tu guardi questo signore di notte, vedi che elegante passeggia ondeggiando.

 

Al chiarore di luna brillano diademi grandi come occhi.

Nessuno ha la sua eleganza più.

Nessuno possiede i suoi grandi occhi blu.

 


 

 SAPEVI COSA IO IMMAGINASSI DI TE

 

Spesso mi tuffo nel sapore della vita, pensando di poter risolvere qualcosa.

Ma dentro al petto si strugge il mio cuore.

Ripeto dolci e bei pensieri d’amore.

Non sai come ti penso, non sai come ti immagino: amore mio!

 

Come se il cuore, che dorme dolcemente nel suo viaggio, sussurri parole dei nostri giorni lontani.

La speranza di starti accanto è sola mia certezza.

Così il mio cuore vola.

Vola nell’ebrezza di un cielo stellato, dolce, sereno e tanto agognato.

Sento un laccio che cinge il cuore, ci invita a vivere quel nobile amore.

 

Sussurri dalla tue dolci labbra: «Sapevi cosa io immaginassi di te?».

Ti guardo e capisco che non vuoi essere solo.

Ridi dolcemente e tra le stelle della notte, attendi con ansia il mio ritorno.

Torno e ti stringo al mio petto, per te un campo di rose.

 

Ora non avere paura delle spine.

Camminiamo insieme in quella bella e tortuosa strada che è l’amore.

 


 

 VOLO DEGLI UCCELLI

 

Guardo il cielo lassù, dove sono questi belli e coloratissimi uccelli?

C’è un piovere estivo che mi pervade l’anima.

Un senso di paura, spazzato da raggi di sole.

Sento il forte suono di campane.

È Domenica.

 

Il campanile vestito di tutto punto lassù, ospita gli uccelli infreddoliti da questa giornata.

In questa giornata armonia, dolcezza, sono scene che colorano la grigia giornata.

Lo spettacolo di questa bellezza si staglia la fuori.

Nuvole nel loro camminare disegnano cigni che danzano.

 

Questa giornata diviene dentro me, un giorno d’incanto.

 


 

 LA LUNA BELLA

 

Oh preziosa e bella Luna!

Risplendi lassù, alta cima d’argento.

Illumini le notti del mio cuore.

Oh dolce tesoro, tu sei pieno d’angoscia.

 

C’è il sole!

Guardando te qualcuno quaggiù chiede ristoro.

A volte mi sembra il tuo pianto oh Luna.

Il pianto di una donna felice che dentro porta parole d’amore di un uomo.

Diletta Luna illumini la tenera notte della mia vita.

 

Amo, rido, scherzo, passaggio, parlo, ricordo tutte le cose belle.

Sei per me un triste affanno, ma sei bella o Luna.

Dono del Creatore.

Ama da lassù tutti.

 


 

 AMORE FUOCO CALDO PLUMBEA PIUMA

 

L’amore non dal nulla fu creato.

Sai da Lui l’ho imparato.

L’amore litigioso con gocce di pianto.

L’amore apprezza tutto ciò che è bello.

 

Pesante leggerezza, disarmo della mente in modo totale.

Caos prima dell’amore vero, fiore di fuoco caldo, plumbea piuma che vola nel cielo blu.

L’amore che disarmonico caos o fiume fiammeggiante scorre con la forza del cuore.

È l’amore che si prova dal profondo del cuore, attiva la nostra parte migliore.

 

Tutto è creato e modellato sull’amore.

L’amore, l’unica emozione che riaccende di luce il cuore.

L’uomo che ama proviene del cielo stellato che vedo lassù.

Dai ama e prova ad volare anche tu.

 


 

 PREZIOSA REGINA

 

Profondo è il tuo calore nell’assolata estate del mio cuore.

Spazio che si apre al tuo dolce viso.

Ponte tra il cuore e l’infinito.

E poso gli occhi su te preziosa regina.

 

Adorata, venerata donna splendente mai generata.

Ma quanta bellezza, o regina delle terre assolate del mio cuore.

Rispecchi il mio cuore raccontando alle nubi l’estate della mia vita!

 

Davanti al sole io cammino verso la meta.

Via davanti a tutti.

Verso quel cammino stellato che si staglia davanti a me.

Io vedo e accarezzo il manto del tuo amore.