Monica Serra - Poesie

L’eternità

L’han trovata in un prato
fiorito,
I suoi occhi guardavano
il cielo,
Il suo corpo straziato e ferito
chiedeva aiuto, grondando
sangue.
Dopo tanto dolore l’hanno
lasciata sdraiata nel bosco,
come fosse un ritratto
che qualcuno ha voluto fermare su una tela
per sempre.

 


 

Il minatore

Con un senso di malinconia e stanchezza un uomo s’incamminava verso la montagna
In lontananza si udì una sirena suonare, quasi ad indicare la fine del turno pomeridiano. Lo sguardo fu diretto e penetrante, cercava i suoi compagni.
La terra tremava le scosse furono sempre più forti, un rumore assordante spezzo il silenzio. Sentì l’adrenalina scorrere nel corpo e il cuore battere a mille. Alla spicciolata i minatori uscivano dalla miniera, le pacche sulle spalle e i sorrisi di chi ce l’ha fatta, sui loro volti il suo cuore si riscaldò e il suo sguardo andò alla montagna, grato per le vite risparmiate.

 


 

La tela

Gli occhi verdi come il colore del mare calmo e due fossette in un viso pieno di lentiggini, sembra quasi un quadro di Botticelli in ritratti di giovani donne. I passanti s’incantano ad ammirarla.

 


 

Ricordi

Nel solaio di Ramona, la più bella di Verona sta un baule chiuso a chiave. Con il ricordo di un’amore che nessuno ha mai scoperto. Questa storia è stata scritta dentro un diario li nascosto.

 


 

Infinito

Un urgente bisogno di allungare la mano verso il mare. Il bianco delle onde riflesso al tramonto, odor d’amore che tiene il fiato sopra ogni cosa. Odo il rischiamo del cuore che va oltre il mare, perduto nel girovagar dell’anima. Strugge navigar all’infinito, sogno trovarti, bramo cercarti: Io te noi.

 


Frana

Gli uomini si guardano attorno, la devastazione nei loro occhi, le case crollate mentre la terra ancora trema. Le urla nelle loro orecchie ancora echeggiano.
Le lacrime scorrono nei loro volti affranti.

 


 

Illusione D’amore

Ti vedo camminare nella notte,
Scrutando nella strada, dentro i vicoli bui in cerca del tuo amore.É scappata tenendosi le braccia intorno al petto a proteggersi dal dolore da te provocato,

Dopo l’ennesima violenza subita.
Con la paura nel cuore corre veloce verso la libertà tanto agognata.
Dopo una vita passata al tuo fianco subendo e patendo,
l ‘amore ti ha reso spenta e debole, la paura ti ha liberata.

 


 

Famiglia felice

Il giardino della villa e rigoglioso ,
I fiori con il loro profumo intenso riempiono l’aria ,
Il bambino corre inseguendo il suo cane che zampettando felice ogni tanto si ferma ad aspettarlo , per poi girarle intorno facendole le feste gioioso.
La mamma li guarda dalla finestra sorridendo e con sentimento di amore puro.
Il sole risplende, riscaldando tutto quanto , racchiudendoli in un quadro appeso alla parete.

 


 

Dolore di mamma

Le lacrime scendono sul suo bel viso,
guardando suo figlio adagiato nella bara.
Composto e sereno nel suo eterno riposo.
Intorno a lui il dolore aleggia in un rispettoso silenzio.
Come a risvegliarsi da un brutto sogno.

 


 

Evanescenza

Il viale alberato scorre sotto i passi di una donna invecchiata precocemente.
Il tempo inesorabilmente scorre , lasciando che la vita abbia sempre lo stesso sapore .Le foglie ingiallite , l’autunno inoltrato fanno rallentare i suoi passi,
Sino a fermarsi contemplando il buio totale.
Improvvisamente una follata di vento sferzo il suo viso,
Quasi ha ricordarle i suoi anni ormai passati.
Le lancette dell’orologio fanno il loro consueto giro,
Lasciando dietro di se dei ricordi che col tempo scompariranno.
Una lacrima scorre sul suo bellissimo viso stanco mentre riprende il suo cammino.