Biografia

Una sintesi estrema di ciò che sono. Nasco a Pescara, nell’ormai lontano giugno 2001, sono diplomata al liceo classico e attualmente studio presso l’università di Macerata. Pur essendo prima di quattro figli, e dunque la maggiore per età, mi ritengo essere la più ingenua, nel senso buono del termine, e quella che forse si pone più “perché?”: non cesso mai di meravigliarmi, cerco sempre di scovare sfumature nuove e diverse anche nelle cose che meglio conosco, e giammai vorrò desistere dal farlo. La scrittura è il mio rifugio: attracco per quella me impotente, palcoscenico per quella me eclettica ed eterea. Venero l’arte nobile dello stilare e mi considero una sua adepta, se è lecito dirlo; difatti metto in ordine pensieri sotto forma di sintagmi da tenera età e sempre e solo per placare ogni mia necessità interiore. Fra le soddisfazioni più grandi legate alla scrittura, per l’appunto, sicuramente ricordo con affetto il secondo posto nell’anno 2015 al concorso “Mai più trincee” indetto dal Miur e premiato dall’allora Ministro della Difesa Pinotti. E cosa poter dire come chiosa, se non che la scrittura, come il mare, ci unisce indipendentemente da spazio, tempo, colore, religione, cultura: ci insegna ad essere umani, nel vero e giusto senso del termine.