fotoMi chiamo Franco Picini e sono nato e vissuto, fino a metà adolescenza, in una piccola cittadina dell’entroterra abruzzese, Sulmona per puntualizzare. Un antico agglomerato di case in pietra cinto da montagne. Alcuni anni di vita li ho spesi a Milano e, dopo questi, altri ancora a Roma. Lavoro da tempo, dopo aver vagato per altri impieghi, come insegnante, attività che avverto quale più congeniale alla mia natura. Il resto è un susseguirsi, dopo aver soddisfatto la voracità delle quotidiane fatiche della vita, d’ irresistibili passioni, tra le quali due dominano su tutte: la montagna e la poesia. Scrivendo poesia, da non poeta quale sono, mi sembra di scavare nelle zone più profonde della mia esistenza e ciò mi fa sentire pienamente vivo, sia nei momenti della gioia che in quelli del dolore, sia nel sentimento di serenità che in quello dell’ansia. Con i versi avverto di riuscire a ricucire certe lacerazioni esistenziali, colmare le secche del cuore e armonizzare il ritmo del mio essere qui in questo mondo. La montagna, al contrario, mi offre quel distacco dalle cose della vita umana che mi permette di accettarmi meglio e, per ora, tanto mi basta.

Oltre al personale completamento che provo nello scrivere, ho partecipato e ottenuto alcuni riconoscimenti in occasione di concorsi e premi letterari. Alcuni miei lavori sono stati pubblicati, con eroico coraggio editoriale (considerando l’attuale disinteresse di tutti verso questo antichissimo e prestigioso genere artistico), in raccolte letterarie quali:

 

Poesie sotto le stelle – edito da Rupe Mutevole;

Premio letterario internazionale Napoli Cultural Classic – edito da Albus Edizioni;

500 Poeti Dispersi – edito dalla Lettera Scarlatta (CN);

Codex Purpureus – edito dalla Compagnia delle Idee – Alessandria;

Torneranno le Parole – edito dal Premio Fragrassi (PE);

Premio Mario Dell’Arco – edito da Linea Verde”- Roma;

PremioRisuona la Parola” – edito dall’Associazione Agrippinus – Napoli;

Silloge “Lì dove la vita…” – edita dall’editore Urso – Avola;

Il ventuno a primavera Tributo ad Alda Merini – edito da Rupe Mutevole;

Antologia “Mamma Mia” – edita MonteGrappa Edizioni – Monterodondo (Rm);

Risuona la parola – Antologia poetica edita Ass. Agrippinus (Na);

Lì dove la vita….”  Silloge edita da Urso Editore- Avola;

Monsoni” Silloge antologica edita da Aletti Editore – Guidonia (Rm).

Silloge “Nel giorno che segue il giorno” edita da R Futile-Utile

Antologia poetica “La mamma” edita da CTG Patti

Agenda poetica 2020 – edita da Montalbano